E’ solo un brutto sogno? – di Valeriano Tasca

Ieri dopo aver letto alcuni punti della manovra Monti e aver visto le lacrime della Fornero, ho sperato per un attimo che fosse solo un brutto sogno. Uno di quegli incubi che poi quando ti svegli pensi che effettivamente era tutto così spaventosamente brutto ed ingarbugliato da non poter essere vero. Perché tutta questa situazione non può essere effettivamente vera.
Da 20 anni l’Italia cerca una propria via di sviluppo senza trovarla. La classe dirigente italiana, politica, economica, finanziaria, sindacalista, scolastica, non ha nessun interesse a governare un paese affinché questo possa essere una delle prime nazioni al mondo, ma semplicemente per la GESTIONE DEL CONSENSO AFFINCHE’ QUESTO ASSICURI A QUELLA O ALL’ALTRA PERSONA IL PROPRIO POSTO DI POTERE.
Tutte le chiacchiere fatte da Prodi, D’Alema, Berlusconi, sono rimaste appunto tali, senza che poi venissero realizzate quelle benedette riforme per il popolo. Il popolo! Bella parola, questo popolo bue che crede ad ogni cosa e chi non crede si estranea dalla politica contribuendo a questo stato di cose. La Fornero piange chiedendo sacrifici e tutti ad applaudire una riforma da INCUBO. Berlusconi promise 1 milione di posti di lavoro e l’abolizione del bollo e tutti ad applaudire e a santificare un uomo che ha costruito il suo impero economico sulla SCEMENZA della gente e con i soldi di Craxi. Prodi ci disse che solo entrando nell’euro e dunque pagando la tassa sull’euro (sì, abbiamo pagato un tassa per farci in****re!), l’Italia si sarebbe salvata perché entrava in un grande mercato unico e forte. Beh i risultati si vedono ora, alla faccia di tutti quegli economisti che invece affermavano il contrario, bollati come antisistema, come Fascisti, Nazisti o pazzi visionari. Basta un documentario sui crimini del Fascismo (ma quali sono, poi, questi crimini?) per incutere timore alla gente e poter fare tutte le più schifose azioni “democratiche” che si vogliono.
“E’ solo un brutto sogno” mi dico. Perché non è possibile che dopo anni e anni di chiacchiere sulla bellezza della democrazia, mi ritrovo un governo di tecnici NOMINATI da un NOMINATO da un Presidente della Repubblica che appoggiò l’invasione sovietica in Ungheria. Mi ritrovo a dover sentire quel campione di idiozia che prende il nome di Berlusconi, che afferma che “c’è una sospensione della democrazia” però poi appoggia il governo Monti che ha fatto una manovra per risolvere quei problemi che proprio l’idiota di Arcore ha contribuito a creare insieme agli altri responsabili e “democraticissimi” governanti italiani, a partire da De Gasperi fino ad oggi.
Devo sentire le scemenze di un PDL che parla di Governo delle banche quando le misure più vantaggiose per le banche sono state prese proprio dal governo Berlusconi. Devo sentire molti CATTOLICI che rimpiangono la DC. Sì, quel partito che ha mandato in pensione la gente a 30 anni e che ora elogia il governo Monti, massone certificato, quando per chi è MASSONE c’è la SCOMUNICA PAPALE. Devo sentire i difensori del sociale, gli ex comunisti pentiti, Vendola e Bersani, Veltroni e quella cattocomunista della Bindy (la quale, stando negli ambienti cattolici, è ben vista da molti) che si schierano a favore di Monti che ha dato il colpo finale proprio allo STATO SOCIALE.
Spero sia solo un brutto sogno. Perché mi chiedo come si possano aumentare le tasse in un paese che ha la pressione fiscale più alta d’Europa e dove gli stipendi sono fermi dal 1998, come si possa aumentare l’IVA con relativo aumento di tutti i prezzi dei beni di consumo, che in Italia grazie a Prodi e alla complicità del sistema politico democratico italiano, raddoppiarono proprio con l’entrata in vigore dell’Euro con un tasso di cambio SCELLERATO. 1 euro uguale a quasi 2 mila lire. E tanti applaudirono e sventolarono la bandiera con le stelline gialle!
Deve essere solo un brutto sogno. Deve essere così perché non è possibile che non sia stato preso nessun provvedimento contro quella casta politica che da decenni SPERPERA I NOSTRI SOLDI, non posso credere che non siano stati presi i soldi dai 4,7 miliardi di euro della PRESIDENZA DEL CONSIGLIO per far fronte alle gravissimi difficoltà delle famiglie italiane. Si, proprio quelle famiglie di cui si riempiono la bocca i tanti parolai politicanti italiani. La famiglia viene esaltata da quei pifferai che prendono il nome di POLITICI CRISTIANI, molti dei quali divorziati, che organizzano i Family Day, che hanno la tessera all’UDC che poi è il partito più inquisito di Italia. “La famiglia come perno centrale della società” si dice e poi puntualmente viene MASSACRATA da azioni di governo di quegli stessi uomini e donne che la esaltano.
Forse sarà un semplice incubo. Perché non posso credere che ho un governo composto da ultrasessantenni che parlano e giocano con il mio futuro, non posso pensare che ieri avevo un governante di 70 anni che inseguiva la giovinezza, non posso pensare che non vengono prese misure di agevolazione per i giovani nel lavoro, non posso credere che NON SI VUOLE INVESTIRE SUI GIOVANI, se non quando servono per fare le campagne elettorali.
Non posso credere che i giovani non hanno più voglia di lottare per il loro presente e il loro futuro, che il solo interesse sia quello di vedere il grande fratello o di fare la RIVOLUZIONE SU FACEBOOK. Non posso credere che ancora caschino nelle trappole della strumentalizzazione politica, la quale è riuscita a distruggere una manifestazione di INDIGNATI ITALIANI.
LIBERTA’ come PACE sono diventate semplici parole, da mettere su di una sigla politica o su una bandiera a colori. Parole senza senso o con un senso che uccide la vera idea che sta loro dietro. In un mondo dove non c’è più spazio per la Nazione, per la collettività, per il senso del bene comune, bisogna solo abbassare la testa e servire la logica CONSUMISTA E LIBERISTA inculcata anche tramite la politica e l’istruzione a noi GIOVANI, che ci avviciniamo al mondo della politica per chiedere una RACCOMANDAZIONE.
LA POLITICA E’ LOTTA o MUORE.
Pagheremo soprattutto noi giovani la nostra indifferenza, la nostra svogliatezza, il nostro pensare che siano tutti uguali, la nostra non volontà di scegliere non il male minore ma il MIGLIORE, anche se questo dovesse essere un candidato in un partito o movimento che non abbia soldi e immagine da poter sfruttare.
PURTROPPO NON E’ UN BRUTTO SOGNO, è PEGGIO. Questa è la realtà, questo è il prezzo che tutti dovremo pagare per le nostre colpe, per aver creduto in falsi miti, per aver DERISO E DENIGRATO QUELLI ANTICHI, per aver rinunciato alla nostra storia, alla nostra tradizione e dunque aver accettato la nostra condizione di schiavi di un potere da noi non voluto.
Dopo i brutti sogni, basta di solito aspettare qualche secondo per riprendersi, anche se ci lasciano una sensazione strana nell’animo, la realtà ci lascia ATTERRITI, sbandati, confusi perché alla ricerca di aiuto per poter fronteggiare una crisi senza precedenti. Abbiamo tante vie da prendere, ricominciare a credere alle stesse persone che con parole differenti cercano sempre e solo il NOSTRO CONSENSO PER IL LORO COMODO, oppure rifugiarci nel nostro piccolo orticello e fregarcene pensando solo a noi e alla nostra cerchia. Oppure…oppure affidarci alla SPERANZA. Ma la speranza deve trovare una via che non può essere se non quella della LOTTA, POLITICA, MORALE, INTELLETTUALE, CULTURALE……….che deve trovare la sua massima aspirazione nell’AZIONE CONCRETA. AV RANNO PAURA SOLO SE NOI AVREMO IL CORAGGIO DI ALZARE LA TESTA CONTRO TUTTI, RISCHIANDO TUTTO COME FECERO ALCUNI UOMINI TANTI ANNI FA, AI QUALI FU RUBATO IL PRESENTE E SI RIPRESERO IL FUTURO.
Io SPERO che tanti giovani condividano queste parole perché solo con IL SACRIFICIO DEL SANGUE E DELLO SPIRITO SI RISOLLEVERA’ UNA NAZIONE E UN POPOLO, non di certo con una manovra da 30 Miliardi di Euro condita con le lacrime di un Ministro rappresentante della IPOCRISIA ITALICA.
Ricordo a VOI E A ME che la lotta più grande, il percorso più difficile è quello che vede NOI CONFRONTARCI CON NOI STESSI provando a smontare tutte le false illusioni che ci hanno inculcato in questi decenni e provare a ribellarci.
BUONA LOTTA.

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in +ARCHIVIO GENERALE, Adesione al Proclama, Articoli, Sovranità nazionale, Spudoratezze. Contrassegna il permalink.

3 risposte a E’ solo un brutto sogno? – di Valeriano Tasca

  1. Pondini Luigi ha detto:

    Sono pienamente daccordo e spero che tutti questi Zombi si svegliano per fare una rivolta perche siamo gia in ritardo da 20 anni o piu.

  2. Paolo Ravaglia ha detto:

    Caro Tasca non è più il tempo delle parole, è il tempo dell’azione e quindi, per cominciare, di un PARTITO NAZIONALE ITALIANO …il resto viene da sé, ma quando è l’ora !!!

  3. Agostino ha detto:

    Bellissimo ‘articolo. Ovviamente nel governo “tecnico (sic!!!) dell’equita’ sociale nessuna vera patrimoniale, nessunaaumento della tassazione sulle plusvalenze finanziarie ( in specie quelle derivanti da operazioni al ribasso senza alcuna copertura o di brevissima durata) nessuna tassazione sulle rendite immobiliari. Certo, certo lo sappiamo i ricchi sono i giovani o i pensionati che hanno un mono (o bilocale) da 60 metri quadri in periferia. Avere una piccola casa di proprieta’ costata anni di sacrifici, anni di lavoro, anni di debiti con banche e istituti di credito e’ sintomo di ricchezza per lor signori Capitalcomunisti. Quelli che hanno la terza o la quarta casa, invece NO!…..sono da capire e coccolare……………Se fino a pochi mesi fa si andava in pensione a 58/60 anni dopo 36 anni di contributi eri giovanissimo e ultraprivelegiato. Fa nulla se negli anni settanta e ottanta con l’ appoggio dei democristiani e comunisti lavorando anche 14 anni e 6 mesi si andava a 30 anni o 35 perche’ a LORO conveniva per aumentare il bacino elettorale e prendersi i voti. A 35 anni andava bene, adesso a 60 anni sei un privilegiato!!
    Come disse il buon Luigi, Drammaturgo siciliano che Tutti conosciamo, Cosi’ e’ (se vi pare)!

    Agostino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...