Lettera informativa – Alberto B. Mariantoni

Ai partecipanti alla riunione del 19 Agosto scorso, a Roma.

e.p.c.:

agli aderenti del “Proclama alla Nazione”;

ai simpatizzanti del “Forum dei LXX”.

================

Miei Carissimi Amici e Compatrioti,

Prima di tutto, permettetemi di ringraziarvi. Ed in modo speciale, coloro che, lontani dalla capitale, hanno dovuto affrontare dei lunghi viaggi e/o interrompere volontariamente le loro vacanze, per potere essere presenti all’appuntamento di Roma, del 19 Agosto scorso.

Inutile sottolinearlo. L’avere accettato di riunirvi attorno ad un tavolo, in pieno periodo estivo, per tentare di trovare delle soluzioni agli annosi ed inquietanti problemi che travagliano il nostro Paese, è già, di sé per sé, un successo strabiliante.

In modo particolare:

–         è un successo storico, in quanto – con la vostra presenza – avete dimostrato, a voi stessi ed al mondo, che non tutti gli Italiani sono degli asserviti, degli ignavi o dei menefreghisti;

–         è un successo politico, poiché – per l’ennesima volta – avete dimostrato agli scettici, agli increduli ed ai disfattisti del nostro Paese che è possibile riunire degli uomini e delle donne di diversa e variegata origine, provenienza o estrazione ideale, per farli individualmente e collettivamente convergere e cooperare sul principale scopo che da significato e senso all’essere, all’esistere ed all’agire di qualsiasi Popolo-Nazione del mondo: l’interesse generale;

–         è un successo morale, giacché – dichiarandovi disponibili a lottare di comune accordo ed al di là di ogni vostra precedente affiliazione, per ridare libertà, indipendenza, autodeterminazione e sovranità politica, economica, culturale e militare all’Italia ed all’Europa, nonché al resto dei Popoli-Nazione del mondo – avete aperto la strada alla più Grande Rivoluzione che la Storia ha fino ad oggi conosciuto: quella dei Popoli-Nazione che non intendono affatto capitolare di fronte ai diktat dell’econonomia o della finanza, né scomparire dalla faccia della Terra, per lasciare spazio agli egoismi o ai solipsismi di parte.

Molti di voi, probabilmente, non se ne sono nemmeno accorti. Ma ai miei occhi – e sicuramente a quelli degli storici che, un giorno, racconteranno il modesto episodio di una ventina di “teste pensanti” che, in Italia, ebbero a riunirsi, in piena estate, per cercare di vedere cosa si potesse fare di concreto, per ridare speranza di vita e d’avvenire a chi quella speranza l’aveva irrimediabilmente perduta o non l’aveva mai avuta – siete semplicemente degli Eroi.

Sì, miei Carissimi Amici e Compatrioti. Non è assolutamente un complimento quello che vi sto facendo: SIETE DEGLI EROI!

Siete gli Eroi del XXI secolo: quegli Eroi, cioè, che – con il coraggio della propria spontanea determinazione e la franca e spassionata abnegazione di sé – hanno dato all’intera Nazione quel segnale forte che il nostro Popolo angariato ed avvilito attendeva da anni.

Inoltre, senza volerlo e senza saperlo – con la vostra presenza e le vostre rispettive capacità e competenze – vi siete automaticamente elevati al di sopra del comune dei mortali ed avete gettato le basi del primo embrione del futuro Governo della nostra Nazione, a tutti i livelli. Un Governo che non possiede (né possiederà, fino alla vittoria finale) nessun numerus clausus, in quanto è aperto, e continuerà ad esserlo, a qualsiasi ulteriore o supplementare capacità e competenza che esiste all’interno del nostro Popolo-Nazione.

I migliori sanno riconoscere i migliori. E non sarà per niente un problema, per ciascuno di voi, trovare la propria legittima e corrispondente collocazione all’interno della futura gerarchia che condurrà il nostro Paese verso la sua inevitabile liberazione ed il suo immancabile avvenire.

Se a proposito del concetto di Gerarchia ci dovessero essere dei dubbi o delle perplessità, invito coloro a cui questa lettera è indirizzata, a prendere visione di questo mio vecchio articolo: http://www.abmariantoni.altervista.org/mondoromano/La_Gerarchia.pdf

Una volta accertato cosa sia una tradizionale e genuina Gerarchia, le nostre future iniziative se ne troveranno nettamente migliorate ed avvantaggiate.

Per il momento, possiamo dire che con la riunione del 28 Maggio e quella del 19 Agosto 2011, il “dato è stato tratto” e le basi del futuro e travolgente Movimento d’opinione sono state gettate.

Da chi dipenderà l’esito dello sforzo immane che ancora ci attende?

Dipenderà esclusivamente da noi.

L’iniziativa lanciata dal “Proclama alla Nazione” alcuni mesi or sono, non conosce “capi”, né “sotto-capi”, né “vice-capi” per primogenitura, né per eredità testamentaria, né per diritto acquisito.

Ognuno degli aderenti al “Forum dei LXX” è “capo” di se stesso e responsabile delle iniziative che, nel tempo, riuscirà ad organizzare e realizzare.

L’importante, per ognuno di noi, è non smarrire mai ilNorddello scopo che ci ha fatto incontrare/raggruppare e che ci porterà alla vittoria.

Non dimentichiamo, infatti, che – qualunque siano le nostre idee particolari ed i nostri rispettivi punti di vista o reciproci dissentimenti su questo o quell’argomento – siamo tutti prigionieri all’interno della medesima GABBIA.

Esasperare le nostre specifiche preferenze o acutizzare le nostre peculiari differenze o discordanze nei confronti di coloro che, come noi, intendono battersi per liberare la nostra Patria dalla colonizzazione politica, economica, culturale e militare che ci rende schiavi ed impotenti sui nostri stessi territori, significherebbe semplicemente contribuire ad edificare volontariamente e stoltamente una serie infinita di aggiuntive e costrittive GABBIETTE particolari, all’interno della stessa GABBIA dove siamo già relegati, e fornire ulteriori motivi di gioia e di soddisfazione ai SECONDINI che da 66 anni, con l’ausilio dei Maggiordomi-Kapò di casa nostra, si fanno un immenso e sentito piacere a continuare a tenerci tutti bene imbastigliati ed inefficaci all’interno del suindicato e medesimo RECINTO.

Volenti o nolenti, il “motore” della nostra iniziativa è in marcia. I “cervelli” ci sono. I “quadri intermedi” ed i volonterosi, pure. E questo, in ogni parte d’Italia.

Come vi ho già informato di persona, per i prossimi mesi sono annunciate riunioni regionali, in Lombardia, Veneto, Piemonte, Liguria, Puglia, Campania, Sicilia. Altre seguiranno, in Calabria, Abruzzo, Lazio, Marche, Toscana, Basilicata, Umbria, Emilia-Romagna, Sardegna.

Non chiedetemi, per cortesia, di indicarvi o di suggerirvi cosa dovreste fare e come dovreste farlo. Né tanto meno, con quali mezzi riuscire a farlo.

Prendete esempio da ciò io stesso sono riuscito fino ad ora a fare ed a realizzare per questa nostra iniziativa, senza mai chiedervi nulla (se non la votra presenza fisica) ed arrivando perfino a sbalordire o meravigliare in positivo la maggior parte di voi, con il banale ausilio o supporto di internet, di skype ed i modestissimi ed irrisori mezzi delle mie personali tasche.

Volere è Potere. Tirarsi su le maniche, dunque, e FARE. Sempre FARE. Caparbiamente ed instancabilmente FARE,per potere realizzare il nostro sogno comune!

Anche se a qualcuno continuerà a sembrare una “stupidaggine”, vi pregherei vivamente, per esperienza, di mantenere le misure di discrezione, circospezione e riservatezza che ho voluto fino ad oggi dare alle nostre riunioni. Non per giocare ai “Carbonari”, né tanto meno per incominciare ad abituare psicologicamente i nostri membri a tempi che, purtroppo, come è prevedibile, saranno senz’altro più difficili e rischiosi di quelli che stiamo vivendo in questo momento.

In questa fase, infatti, non abbiamo bisogno di pubblicità, né di manifesti, né di giornalisti, per attirare le masse. Dobbiamo, invece, continuare ad operare in silenzio, in forma privata, orizzontale, molecolare ed esponenziale, per attrarre a noi quelle élites insoddisfatte e scalpitanti della nostra società, senza le quali nessun cambiamento politico sarà mai possibile nel nostro Paese.

Mi avete voluto come vostro Coordinatore nazionale. E ve ne ringrazio. Con il vostro prezioso aiuto, in qualche mese sono riuscito ad abbozzarvi il “motore” e la “carrozzeria” del veicolo che ci porterà all’ambita meta della nostra collettiva liberazione.

La mia più grande ambizione in tutta questa nostra esaltante avventura, è vedere la “fuoriserie” in fieri che siamo riusciti fino a questo momento a costruire, incominciare a fare i suoi primi ed autonomi passi sulla strada del successo, e rientrare nei ranghi. Passare, cioè, il testimone a dei giovani che meglio di me – per età, energia e mancanza di acciacchi – sapranno speditamente guidarla e condurla fino al traguardo finale che ci siamo imposti di raggiungere.

Per il momento, come Coordinatore pro-tempore, mi permetto di chiedere alle principali “teste pensanti” di quest’iniziativa, di fornire al più presto – nel proprio campo di competenza – idee, spunti, indicazioni e proposte che siano in grado di facilitare il raggiungimento degli scopi che ci siamo collegialmente prefissati. A tutti gli altri, invece, chiedo semplicemente di confermare, con i fatti, l’impegno e la determinazione che fino ad oggi mi hanno esclusivamente manifestato con le parole. Iniziando a portare, e continuando assiduamente a farlo, la loro individuale “pietra” al cantiere comune: quello della ricostruzione del tessuto connettivo della nostra Nazione.

Per fare che cosa, una volta riconquistata la nostra libertà, indipendenza, autodeterminazione e sovranità politica, economica, culturale e militare?

Ciò che, tutti assieme, saremo capaci di fare e di realizzare!

Insomma, per concludere, diciamo che, nel corso della nostra esistenza, abbiamo sbagliato tante volte con le “mani” degli altri…

Proviamo, per una volta, se siete d’accordo, a “sbagliare” con le nostre! Per il nostro avvenire e quello dei nostri figli e dei figli dei nostri figli. Affinché l’Italia viva.

Viva l’Italia.

Ad Maiora.

Alberto B. Mariantoni

https://proclamaitalia.wordpress.com/2011/03/25/hello-world/

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in +ARCHIVIO GENERALE. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...